InnovAction Lab, che finale! Vincono Solo (pagamenti mobili), Slapped (game), Lawe (assistenza legale) e Filo

All’Auditorium Conciliazione la fase conclusiva del corso per aspiranti startupper: 10 progetti innovativi, 100 investori e un pubblico di primo livello

Tre startup vengono dalla finale di InnovAction Lab Milano del 16 giugno, un’altra dalla selezione in Sardegna. Sei dai Roma. E’ questa la squadra dei 10 progetti innovativi che il 23 giugno all’Auditorium Conciliazione di Roma si darà battaglia durante la finale di InnovAction Lab 2014. In palio, un biglietto per il Google Campus di Tel Aviv per due settimane di super accelerazione e la possibilità di pitchare a New York di fronte ad una platea di venture capital. Solo premi?  In 4 anni InnovAction Lab ha coinvolto 530 ragazzi e ragazze, che hanno dato vita a 30 imprese che hanno raccolto 4,5 milioni di euro sul mercato del venture capital e che hanno dato lavoro a 130 persone. Ecco perché è considerato uno dei migliori corsi (è anche geatuito) di formazione per aspiranti startupper (ne abbiamo parlato QUI con Augusto Coppola, uno dei tre co-founder). Ecco cosa succederà durante il #granfinale di InnovAction Lab 2014.

InnovAction Lab

Sul palco tutti i protagonisti di InnovAction Lab 2014 alla fine della competizione il 23 giugno all’Auditorium Conciliazione a Roma.

innovAction Lab

ORE 18.27 Giurati a lavoro sulle schede. Chi sarà il vincitore di INNOVACTION LAB 2014?

Primo classificato SOLO, secondo piazza per SLAPPED. Terzo posto per LAWE. Quest’anno vince anche la quarta classificata, con FILO. Il primi due classificati hanno vinto un viaggio a New York per conoscere il mondo delle startup americano. I terzi e i quarti andranno invece a Tel Aviv.

 

INNOVACTION LAB 2015 Non è finita questa edizione che già il team di InnovAction Lab è a lavoro per l’appuntamento del 2015. Anzi, c’è già una data e una location. E’ il 19 maggio 2015 alla Fortezza da Basso a Firenze, nientemeno che durante l’International World Wide Web Conference. Ad annunciarlo Andrei Broder, chief scientest di Google, che ha parlato della World Wide Web Conference, come della più importante conferenza di applied computer science.

LE FOTO DEI VINCITORI 

InnovAction Lab 2014

Solo, il team vincitore di InnovAction Lab 2014

Slapped, il team secondo classificato a InnovAction Lab 2014

Slapped, con la maglietta gialla il team secondo classificato a InnovAction Lab 2014

InnovAction Lab 2014

Lawe, il team terzo classificato a InnoVaction Lab 2014

 

InnovAction Lab

Filo, il team quarto classificato

 

SECONDA SERIE DI PITCH Sul palco SOLO. C’è Edoardo Raimondi, co-founder del progetto innovativo. Con Solo si può pagare qualunque cosa visitando un link. Funziona così: un venditore dà un indirizzo Internet generato dalla startup e il cliente può pagare con qualunque carta di credito e con qualunque dispositivo, dai cellulari ai pc. Il link per il pagamento potrà esser scritto su uno scontrino o inviato via web. Così un utente potrà pagare il conto senza alzarsi. Oppure un’associazione no profit potrà condividere il suo link Solo su Facebook e ricevere donazioni. Una sorta di virtual Pos.

 

 

 

 

 

E’ tempo d zucchine fritte. Pancia piatta o pancia soddisfatta. Ecco lo snack che non ti costringe a scegliere tra gusto e leggerezza. Sul palco c’è Zhips, che propone al mercato un nuovo snack salato a base di zucchine fritte. Lo snack dura sei mesi, è bio e ha un target di clienti fra i 15 e i 30 anni. Anche AperiZhips.

Alle 18.04 sale su palco Chiara Cremonese di NutriMe. E’ l’app che «con pochi click» permette di «scoprire la corretta alimentazione in qualsiasi posto ti trovi, grazie ai consigli di un vero professionista della nutrizione». Nutrime promette «contatto 1:1 con un professionista, un nutrizionista certificato» per «un’interazione quotidiana e inoltre ogni settimana vi verrano fornite linee guida su cosa mangiare e goal da raggiungere». Il team è composto da Carlo Asta, Finance Manager, Marco Brogi, Project Manager, Alessio Ciccarelli, IT Manager, Chiara Cremonese, Marketing Manager.

 

 

 

Penultima startup in gara. Slapped di Andrea Gattini. Applicazione per smartphone che permette a chiunque di lanciare qualsiasi tipo di sfida agli altri utenti. «Il nostro obiettivo è rendere social ogni tipo di sfida».

 

 

 

ANDATE E SLAPPATE il messaggio di @Slappedapp #GranFinale14 #innLab14 ULTIMO PITCH DI INNOVACTION LAB 2014 YoursmartAdv è un’app per smartphone Android che installa una pubblicità sulla schermata di sblocco (così come succede sui dispositivi Kindle di Amazon). Scorrendo il dito verso destra il cellulare verrà sbloccato, verso sinistra invece si andrà all’offerta o la promozione sulla lockscreen. YoursmartAdv si basa su un sistema a premi: con l’app installata gli utenti riceveranno uno sconto di 10 euro sulla bolletta del telefono. YoursmartAdv sta già lavorando a una partnership con Vodafone.

 

 

 

PRIMA SERIE DI PITCH Inizia Lawe: ovvero come trovare un avvocato esperto in ogni settore e ottenere l’assistenza legale di cui hai bisogno E’ il progetto innovativo di Manlio Garrone, COO, Angelica Ngo Ndjock, CFO, Claudio Pupparo, CTO, e Stefano Spensieri, CEO.

 

Parola a DigiDoh, videogioco per bambini che consente esperienza digitale ed educativa. E’ una pasta modellabile ma in digitale. Connessione tra tecnologia e creatività. E stampi tutto in 3D. E’ un gioco che permette ai bambini di far sì le loro fantasie diventano realtà, in modo tecnologico e interattivo. Utilizzando un’interfaccia intuitiva, adatta ai bambini, gli utenti possono creare nuove forme nello spazio. Strumenti che permettono loro di ingrandire, allungare e dipingere le loro creazioni. Si può anche scegliere gli oggetti da un database e modificarli come gli pare. L’esperienza di gioco è unica ed emozionante e richiede un gesto spontaneo e realistico, particolarmente adatto per i bambini. Il team è composto da Livia Marnetto, Ceo e Co-founder, Raissa Trinci, CCO e Co-founder, Lorenzo Monacelli, CMO & Co-founder, Iovel Fessha, Cto & Co-founder. https://www.youtube.com/watch?v=lMjls4NE3CQ

 

E ora Tutored. Una piattaforma che permette agli studenti di trovare il tutor più compatibile con le esigenze grazie a dei filtri di ricerca quali le loro competenze e scuola/facoltà di appartenenza» ha spiegato Martina Mattone, co-founder. Nel team anche Gabriele Giugliano, Emiliano Pelella e Nicolò Bardi. I numeri del 1° mese di @Tutoredtutoring: 56 tutor per un fatturato di 510 euro, 90 studenti, 87 ore di lezione.

Quinto della prima serie Filo. Giorgio Sadolfo presenta il progetto innovativo. «Il mio amico Gino è un po’ sbadato, perde di vista cani e anche i suoi bambini. Device elettronico che permette di avere a portata di mano quello che avete di più prezioso e di trovarlo». C’è anche una confort zone che ti «avverte se esce da un determinato spazio. Un piccolo oggetto di design con tanti colori». Ha un raggio d’azione di 100 metri. Il mercato è quello degli Smart Connected Device. Campagna crowdfunding entro l’estate.

 

 

Ora tocca ai ragazzi di Tickete. Sul palco c’è Luca Gisi: che presenta @TicketeApp strumento che consente alle aziende di conoscere i reali consumi degli utenti.

  Paolo Merialdo, co-founder di Innovaction Lab, racconta il percorso degli aspiranti startupper: 4 settimane di duro lavoro e poi 2 prove piuttosto ruvide di pitch. Chi sopravvive diventa alumno di InnovAction Lab Ecco i numeri di InnovAction Lab 2014

 

 

Dopo il break spazio a Matteo Stifanelli, Country Manager Airbnb Italy. DSC_1434

Andrea Pastina di Pubster. Ecco cosa ci ha raccontato di InnovAction Lab QUI

 

Luigi Capello e il futuro di Enlabs

In questi settori

Nicola Mattina sale sul palco per il panel dedicato al fundrising. Il panel si chiama “Give me the money”. Ci sono anche Luigi Capello di Luiss Enlabs e Stefano Venditti di Asset Camera. Come si sceglie una startup da accelerare? «Due call ogni anno, una si è appena chiusa, due mesi prima della partenza del programma. All’ultima call 130 application, 30 dall’estero, 15 dal nordamerica e le altre dall’Europa. Investiamo dove abbiamo team completi e progetti solidi. Sei startup parteciperanno al programma di accelerazione che partirà il 6 luglio». Per Capello «la startup di periodo in periodo deve incrementare il proprio valore». Da Termini a Roma Sud con PiCampus di Marco Trombetti. «La prima startup è Glamoo, che quest’anno abbiamo venduto a Seat Pagine Gialle». PiCampus punta a creare uno startup district, con progetti che condividono gli stessi spazi, in maniera tale da far fluire la conoscenza». Venditti di Asset Camera: «Siamo alla fase 2, ora ci sono le condizioni per creare un ecosistema duraturo e cambiare la cultura economica di questa città». Trombetti: «Roma? Quest’anno tante persone dalla California cercano opportunità qui. In Italia dobbiamo creare tecnologia più empatica, come abbiamo fatto per le automobili e le Ferrari. Noi abbiamo questa sensibilità. Poi il Capitale Umano: la Silicon Valley è il centro del mondo perché è un aggregatore di persone che si intendono di tecnologia. E che poi vengono a vivere in Italia. Vedo ottime prospettive».

 

 

 

 

ORE 15.22 Spazio a Startup Revolutionary Road. Fondazione Filarete coordina il progetto finanziato da Microsoft e Fondazione Cariplo. Mario Salerno di Fondazione Filarete: «Obiettivo? Formare 25 mila giovani sui temi dell’imprenditorialità». Sara Michelini e Oscar Quintanna, giovanissimi, raccontano la loro idea d’impresa premiata da Confindustria. Presentano una piastrella con cristalli piezoelettrici utile per aeroporti, fiere, metro.

 

Ore 15.01 Carlo Pratesi apre le danze. «Non è una finale ma una grande partenza. I ragazzi di oggi raggiungeranno una community di 750 che hanno già partecipato a InnovAction Lab». E’ il più grande evento «concerto dei Rolling Stones». Partenza rock di Pratesi.

Sul palco Massimiliano Colella, Asset, Camera di Commercio di Roma, World Wide Rome e le immagini di Maker Faire Rome 2013. Ecco ora piango. «A Maker Faire 2014 ci sarà più spazio, più giorni, all’Auditorium: un’area grandissima. La Call è stata già un successo mondiale, con richieste anche dal Brasile, dall’Ucraina. Prima di Maker Faire, c’è personal democracy forum, poi festival mondiale open source hardware e ancora agenda dell’innovazione. Maker Faire apre il venerdì con una mattinata dedicata ai ragazzi. Ricardo Luna e Massino Banzi, gli ideatori, sono ancora in giro per il mondo a cercare storie di innovazione. Vi aspetto tutti». E chi se la perde.

 

 

Ho appena incrociato i ragazzi di Tutored. eccomi InnovAction Lab

 

 

 

ORE 13.15 Nella hall dell’Auditorium Conciliazione, tra una prova sul palco e l’altra, ecco i ragazzi di Tickete. Sono arrivati secondi alla finale regionale di Milano e ora se la giocano nella Capitale. «Bell’evento, appuntamento importante, un po’ di tensione – dice Luca Gisi, 29 anni co-founder di Tickete – perché è così importante InnovAction Lab? Sono stati due mesi in cui abbiamo imparato tantissimo, prendendoci anche a calci nel sedere – sottolinea – sapevo come funzionava InnovAction Lab e sapevo dei candid feedback, ma quando hai 120 persone che giudicano i tuoi pitch è un’altra storia». Il momento più basso? «Il nostro primo pitch aveva delle slides che ci hanno detto facevano “vomitare” – racconta – avevano un pessimo supporto grafico». Già, ma che cos’è Tickete? Giacomo Giorgianni, 23 anni, è l’altro co-founder: «E’ un’applicazione che consente di fare foto agli scontrini e ricevere in cambio coin, che potranno essere utilizzati per comprare gift card, buoni Amazon, ma anche Zalando, iTunes. Oltre ai coin sarà anche possibile giocare e guadagnare altri coin». Tickete è nato proprio a InnovAction Lab. «C’è stata subito molta empatia fra tutti e quattro. Indipendentemente da come andrà oggi, non ci fermeremo».

Tickete

Piero Gorgo di Leevia, startup prima classificata a InnovAction Lab 2013, attraversa trafelato lo stanzone. «Un anno fa c’eravamo noi qui. Che emozione questo palco». Un consiglio agli startuppe? «Il team prima di tutto, come dice sempre Augusto Coppola. Se non fossimo stati così affiatati non avremmo continuato a sviluppare la nostra idea».

InnovAction Lab

 

 

 

Trackbacks/Pingbacks

  1.  Solo dopo il trionfo a Innovaction Lab: «Il nostro pos piace a tutti»
  2.  Corsi, tutoring, app e le sfide di Slapped: le 6 nuove startup @Enlabs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *