LifeTip, il Wearable Device che ti controlla il cuore nato a Startup Weekend Roma

Il team alla guida del progetto innovativo ha lanciato una campagna di crowdfunding su Indiegogo per lo sviluppo e la commercializzazione

Si erano incontrati a Startup Weekend Roma in piazza della Pietra il 18 ottobre 2013. Si erano ritrovati intorno ad un’idea e ci avevano lavorato su durante le 54 ore di accelerazione organizzate da Talent Garden, World Wide Rome (Asset-Camera), RomaStartup e dedicate a Marco Zamperini Funky Professor. Il progetto si chiamava Heart Watch: un wearable device, un braccialetto salvavita collegato allo smartphone,utile per per monitorare l’attività cardiaca. I 5 ragazzi del team non hanno vinto, hanno portato a casa una menzione speciale ma a soprattutto hanno continuato a lavorare al progetto, che ora si chiama LifeTip. Hanno anche avviato una campagna di crowdfunding su Indiegogo che servirà a finanziare l’idea e costituirsi poi in startup. Per sostenerli c’è tempo fino al 13 agosto. Nel team ci sono Giacomo Carrozza, Ilaria Molinari, Miguel Carrasco, Patrizia Danese, Gianni Alessandroni, Emanuele Bonanni, Simone Nanni

Wearable Device

Founder di Bancha, passata per InnovAction Lab, mentor di Lean Startup Machine, Patrizia Danese, 38 anni, si occupa di Business Development per LifeTip. «Lo Startup Weekend Roma per noi è stato fondamentale. A ottobre siamo stati segnalati perché la nostra era un’idea fuori dagli schemi. Per questo non è rimasta un esercizio di stile, ma è cresciuta – ha detto – ci siamo trovati intorno all’idea di un device che aiutasse le persone a capire se quello che sentono è un malessere passeggero oppure qualcosa di più grave, permettendo loro di dare l’allarme. Prima che sia troppo tardi».

Il team ha lanciato «una campagna di crowdfunding su Indiegogo, alla fine della quale vogliamo costituirci come startup. Chiediamo 65 mila dollari per poter avviare la produzione e organizzare al meglio la squadra».

COME FUNZIONA LifeTip (costa 109 dollari il modello senza ECG e 159 dollari quello con ECG) è un dispositivo indossabile di forma triangolare che in primo luogo misura l’andamento del battito cardiaco senza entrare in contatto con la pelle.  Permette di rilevare eventuali aritmie che sono la causa principale di attacco cardiaco. «Si interfaccia con lo smartphone e può essere utilizzato anche per misurare la temperature corporee, fare chiamate di emergenza, controllare la postura, contare i passi, controllare il consumo delle calorie» spiega sempre Patrizia Danese.

wearable device wearable device