La riabilitazione motoria? Si fa con il robot Lokomat. Anche per i più piccoli

Anche all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Santa Marinella il sistema che aiuta i bambini nel recupero della funzionalità delle gambe

Un vero e proprio robot di ultima generazione, progettato per consentire il recupero della funzionalità delle gambe dei più piccoli con disabilità motorie causate da danni neurologici, congeniti o acquisiti. Si chiama Lokomat è il primo di questo tipo ad essere installato nel Lazio, donato dalla Fondazione Roma al MARLab, il laboratorio di robotica e analisi del movimento dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Santa Marinella. 

La riabilitazione motoria? Si fa con il robot Lokomat. Anche per i più piccoli

Già utilizzato nei centri nazionali e internazionali di riabilitazione più avanzati, può essere adattato alla lunghezza degli arti dei bambini durante la crescita, a partire dai 3 anni, e consente di supportare e controllare in tempo reale ogni fase del passo dei pazienti. E’ costituito da quattro componenti principali: l’esoscheletro che viene indossato dal bambino e ne controlla il cammino, il tapis-roulant che si muove in sincronia con i passi del paziente, un sistema per alleggerire il peso e ridurre la fatica e l’interfaccia con la realtà virtuale. Tutto questo consente un approccio ludico alla terapia e motiva maggiormente i bambini.

A pieno regime il Lokomat potrà essere utilizzato da almeno 6 pazienti al giorno che effettueranno sedute di circa un’ora e mezza. Potrà aiutare almeno 100 bambini ogni anno a tornare a camminare. Nel Lazio sono 20 mila i bambini affetti da paralisi cerebrale infantile, in Italia sono 200 mila. L’Ospedale di Santa Marinella insieme al Bambino Gesù di Palidoro, rappresenta il terzo ospedale pediatrico d’Italia per numero di prestazioni erogate, oltre che un centro multidisciplinare per l’assistenza e la cura di ogni tipo di disabilità, grazie ai servizi ad alta specializzazione.

REBLOGGED FROM IL SOCIALE.IT