L’app che si prende cura del tuo tempo, adesso anche per il biglietto del treno

Qurami, l’app romana salvatempo, stringe un accordo con Trenitalia e dal 4 aprile permetterà di evitare la coda alle biglietterie ferroviarie. Ma l’app è già disponibile anche per prenotare il proprio turno ad altri sportelli pubblici, tra cui università e comuni.

qurami 600x400_0

E se si potessero evitare le code? Se magari alla stazione Termini di Roma si potesse arrivare in biglietteria e non fare la coda? Tra poco, tutto questo sarà vero.

Tutto è cominciato una mattina di tre anni fa, era febbraio, quando Roberto Macina, laureando in Ingegneria informatica all’Università di Roma Tre, era in fila alla segreteria studenti. “Erano già passati 40 minuti – racconta Roberto – quando giocando con il telefonino per passare il tempo mi sono detto, ma è possibile che non esista un app per evitare le code e lo spreco di tempo alle file delle segreterie? Non esisteva. Così l’ho creata.” Ed è nata Qurami, “l’app che elimina code e si prende cura del tuo tempo”.
Infatti scaricando Qurami gratuitamente dal proprio smartphone è possibile varcare l’entrata dell’ufficio dove si intende andare, staccare il numeretto, e visualizzare in tempo reale quanto tempo manca per arrivare a destinazione. Tutto questo, virtualmente, lo si può fare mentre si sta svolgendo un’altra attività o mentre si è ancora in un altro luogo per poi arrivare fisicamente nell’ufficio solo pochi minuti prima di essere chiamati. 

Il progetto, presentato per la prima volta allo startup Weekend di Roma ha riscosso grande successo tra il pubblico e le istituzioni ed è stato incubato da Enlabs con un primo finanziamento di 100 mila euro da Lventure.

Partito ufficialmente ad ottobre 2012, oggi Qurami sta facendo risparmiare tempo a migliaia di studenti. Infatti, è attivo nelle segreterie studenti delle università romane (La Sapienza, Roma Tre, Tor Vergata, Luiss) ma non solo. Perché anche il Comune di Firenze, la Camera di Commercio di Milano, la Provincia di Roma, il Comune di Trieste, solo per citare alcune realtà, hanno deciso di fare accordi con Qurami. E tra pochi giorni il 4 aprile, Qurami lancerà il servizio anche a Roma Termini e nelle stazioni collegate all’alta velocità. “Si, infatti – spiega Macina, ceo di Qurami – il primo biglietto elimina code alla biglietteria di Termini lo staccherà l’amministratore di Trenitalia, Mauro Moretti dal suo smartphone per provare la app che sarà lanciata nelle stazioni del Frecciarossa entro il 2014. Abbiamo calcolato su dati di Trenitalia che se solo il 10% degli utenti di Termini utilizzerà il servizio, Qurami sarà scaricata da 800 mila utenti che risparmieranno il loro tempo.” Oggi la app, partita ad ottobre conta 50 mila download e 16 mila biglietti elettronici staccati.

Tra i progetti della fortunata Startup tutta romana composta da un team di dieci giovani trentenni (Manolo Abrignani, cofondatore, business, Bruno Bellissimo socio, responsabile tecnico, Luca Escoffier, socio, Michele Silletti, developer, Gianfranco Reppucci developer, Davide Reppucci, frontend developer, Federico Violante, mobile developer, Marco Musella, mobile developer, Alex Dobre developer, Annalisa Puracchio, designer, Laura Rocchini, sviluppo business e Antonio Deruda) ci sono molti accordi con aziende eliminacode all’estero e la ricerca di un finanziamento da 500 mila euro.